02 Novembre 2016

CAOS ENERGIA: IN 36 MILIONI DOVRANNO CAMBIARE CONTRATTO

E' sempre più guerra sul mercato dell'energia: le pubblicità dei fornitori si fanno più martellanti, i testimonial sono sempre più accattivanti, le telefonate dei venditori sempre più aggressive e le segnalazioni di tentativi di frode giungono sempre più spesso agli sportelli energia di Confartigianato. Ma cosa sta succedendo, e come ci si può difendere?

 

36 MILIONI DI UTENTI DOVRANNO CAMBIARE CONTRATTO

Tanta aggressività è probabilmente dovuta al fatto che a breve oltre 7 milioni di piccole imprese e 29 milioni di famiglie che ancora sono servite dall'operatore "tradizionale" dovranno necessariamente scegliere un nuovo contratto di energia elettrica. Cesserà infatti il Mercato della Maggior Tutela, e tutti dovranno passare sul mercato libero, senza più la garanzia dello Stato. Una prospettiva golosa per gli operatori del settore, ancora più invitante perché si tratta di consumatori medio-piccoli mediamente meno esperti e che devono prendere decisioni in un contesto di mercato poco trasparente.

 

IL TELESELLING E LA BOLLETTA 2.0

Sono tanti i problemi, di rilievo il fatto che in Italia sono validi anche i contratti stipulati telefonicamente, senza necessità di apporre delle firme (sic!). Per cambiare operatore basta fornire all'interlocutore qualche dato presente in bolletta e confermare la propria volontà all'adesione dicendo "Sì": è più veloce e semplice di quello che si potrebbe pensare. Tuttavia le clausole sono tante, come è possibile in pochi minuti di conversazione avere la reale cognizione di quello che si sta sottoscrivendo?

Anche la nuova bolletta 2.0 si presta ad essere usata per raggiri: in tutte le fatture è ora presente la voce Costo medio unitario materia prima, espressa in euro al kilowattora per l'energia ed in euro al metro cubo per il gas. Ma attenzione: contrariamente a quanto si potrebbe pensare essa non include solo il prezzo dell'energia o del gas, ma anche altri costi di cui molti ineliminabili come ad esempio le perdite di rete ed il dispacciamento. Significa che l'importo Costo medio unitario materia prima non può essere confrontato coni prezzi puri e semplici che il nuovo venditore propone. Facilissimo cadere in un tranello!

 

LE AGENZIE E I TESTIMONIAL NON LAVORANO GRATIS

Ecco che in un mercato dove è facile giocare sporco molti fornitori puntano più sulla pubblicità che sulla trasparenza: utilizzano testimonial affascinanti e rassicuranti, ma poi affidano la ricerca di nuovi clienti a sedicenti consulenti ed agenzie esterne, potendo così scaricare su terzi una bella fetta di responsabilità per i contratti stipulati in modo ingannevole o addrittura per quelli non realmente sottoscritti. L'Autorità Energia ha di recente comminato delle sanzioni ad alcuni operatori come Enel, Eni Acea ed Hera, ma il problema – anche secondo un recente reportage del Sole 24 Ore – non è ancora del tutto risolto. E al danno si aggiunge la beffa: alla fine i costi per pagare le agenzie, la pubblicità ed i testimonial vengono pagati proprio dai consumatori, attraverso le bollette!

 

PREVENIRE E' MEGLIO CHE CURARE

Come difendersi da un mercato sempre più selvaggio? Dato che non basta più la vecchia strategia del "non firmare nulla", è consigliabile stare molto attenti a dire "Sì" al telefono. Anche in caso di visita in azienda da parte di venditori è opportuno non fornire mai i dati presenti in bolletta (come ad esempio il codice POD energia o  il PDR per il gas). Mentre per scoraggiare i più insistenti spesso basta dire "non mi interessa, se ha qualcosa di valido da proporre contatti il mio consulente Confartigianato".

 

ANCHE A CASA UNA SCELTA VA FATTA

Comunque rimane il fatto che milioni di famiglie ed imprese dovranno cambiare contratto dell'energia elettrica da qui al 2018. E allora non è meglio che si affidino ad un gruppo di acquisto invece che al fai-da-te? Non a caso Confartigianato è stata riconosciuta dall'Autorità Energia come "facilitatore", cioè come soggetto adatto ad accompagnare i consumatori sul mercato libero dell'energia: altrimenti pesce grande mangia pesce piccolo, è una dura legge di mercato.

 Servizi per Privati

Tanti vantaggi per la tua attività. Un unico referente per far crescere il risparmio.

Il consorzio rappresenta gli interessi della piccola impresa artigiana, ma anche di tutti coloro che intendono avere un referente qualificato, indipendente e, soprattutto, che sta dalla aprte dei propri clienti, perchè per statuto ne tutela i diritti..... Leggi tutto

TUTTO PER I PRIVATI
 

 Servizi per Aziende

Tanti vantaggi per la tua attività. Un unico referente per far crescere il risparmio.

Il consorzio rappresenta gli interessi della piccola impresa artigiana, ma anche di tutti coloro che intendono avere un referente qualificato, indipendente e, soprattutto, che sta dalla aprte dei propri clienti, perchè per statuto ne tutela i diritti..... Leggi tutto

TUTTO PER LE AZIENDE
 
Scopri con CEnPI
come risparmiare
subito
sulla
tua bolletta
energetica.

Richiedi subito un PREVENTIVO GRATUITO